Bruciature illegali nei cinque reali siti: vertice in Prefettura

183

Nuovo incontro dei sindaci dei cinque reali siti presso la Prefettura di Foggia per affrontare la problematica delle bruciature illegali da parte di qualche agricoltore disinformato o di ignoti che potrebbero addirittura smaltire illecitamente rifiuti.

I rappresentanti delle associazioni  agricole presenti, CONFAGRICOLTURA, COLDIRETTI E CIA, hanno puntualizzato che lo smaltimento dei rifiuti speciali, tipo tubicini per irrigazione e polistirolo per le piantine, è possibile solo attraverso la consegna ad appositi consorzi, quali ad esempio il COGERA.

Li stessi hanno sottolineato che, chi mette in atto comportamenti diversi oltre a commettere un grave reato, produce un grave danno alla salute di tutti.

Oggetto di discussione è stato anche l’abbandono nelle campagne di rifiuti di ogni genere. In una nota congiunta i partecipanti alla riunione hanno dichiarato: “il nostro intento è quello di salvaguardare prima di tutto la salute dei cittadini e allo stesso tempo anche tutti gli agricoltori che fanno onestamente il loro lavoro. Per questo abbiamo voluto incontrare le autorità preposte per stabilire insieme quali azioni mettere in atto per affrontare seriamente il problema“. Durante l’incontro è stata messa in evidenza sia l’importanza di un’attività di informazione preventiva da parte delle associazioni di categoria riguardo le norme che disciplinano l’accensione delle stoppie e dei residui vegetali e delle eventuali possibili alternative, ma anche della necessità di mettere in atto una serie misure di controllo e di repressione a carico di quei soggetti che attuano in atto comportamenti sconsiderati che possono danneggiare seriamente la salute di intere comunità.