Associazione Amici della musica Foggia: 50a Stagione concertistica 2020

39

La 50a Stagione Concertistica dell’Associazione Amici della Musica, organizzata  con il Comune di Foggia, è incentrata su una scelta molto ampia e variegata di artisti e programmi di elevato profilo artistico. In cartellone sono previsti diciotto concerti con recital di grandi solisti e celebri ensemble da camera, balletti e orchestre, accanto ai giovani selezionati fra i migliori talenti vincitori di prestigiosi concorsi internazionali.

L’inaugurazione della Stagione, che avrà luogo martedì 14 gennaio 2020, vedrà la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica Young del Conservatorio U. Giordano di Foggia con la direzione di Rocco Cianciotta e con il pianista Leone Monaco, vincitore Premio “Corti di Capitanata” 2019.

Il programma sarà dedicato interamente a Beethoven in occasione del 250° della nascita, con il Concerto n. 3 in do min. op. 37 per pianoforte e orchestra e la Sinfonia n. 2 in re maggiore, op. 36.La manifestazione vede l’applicazione di  un protocollo d’intesa stilato con il Conservatorio Giordano, con il cui istituto vi è uno storico sodalizio di collaborazione.

Giovedì  23 gennaio si esibirà il Balletto del Sud, già più volte applaudito ospite dell’Associazione. La compagine,  di comprovata professionalità, proporrà al pubblico foggiano lo spettacolo di danza, musica e poesia dal titolo Serata Romantica, per la regia e ideazione di Fredy Franzutti,  su testi di Giacomo Leopardi, con l’attore Andrea Sirianni e la prima ballerina Nuria Salado Fustè.

Seguirà lunedì 3 febbraio il recital del giovanissimo ma già celebre pianista Ivan Bessonov, Vincitore dell’Eurovision Young Musicians di Edimburgo (2018) e interprete acclamato in Russia e all’estero in importanti sale da concerto e festival internazionali.

Giovedì 13 febbraio sarà protagonista sul palco del Teatro Giordano Noa, star internazionale, cantante e compositrice di origine jemenita, che si esibirà in ensemble cameristico con un programma dal titolo Noa in letters to Bach, che metterà in luce le sue doti di straordinaria interprete.

Seguirà giovedì 20 febbraio la Nobile chamber orchestra di Kiev, un ensemble noto per la raffinatezza stilistica e interpretativa,che proporrà un programma dal classicismo alla musica di Piazzolla con il sassofonista Gaetano Di Bacco.

Mercoledì 26 febbraio Giovanni  Gnocchi, violoncellista fra i più brillanti interpreti della scena internazionale, si esibirà in duo con il celebre pianista Andrea Lucchesini con un programma dedicato a Beethoven e Chopin.

Il 5 marzo sarà la volta del Quartetto Guadagnini, uno dei più interessanti ensemble da camera, insignito di importantissimi premi, fra i quali  il “P. Farulli”e il “F. Abbiati” come ”Miglior complesso da camera”.

Lunedì 23 marzo il Duo Federiciano di  Ferdinando Trematore (violino) e Angela Trematore (pianoforte), vincitore di importanti premi internazionali, interpreterà un brillante programma dal periodo tardo romantico al Novecento.

Giovedì 16 aprile il quintetto d’archi di S. Cecilia, in arte 5°Etto– che all’alta professionalità abbina una teatralità molto coinvolgente – si esibirà nello spettacolo Tra il Serio e il Faceto con un repertorio che va dal Rock alle rielaborazioni di musiche di Mozart, alla musica popolare brasiliana, allo Swing, al Blues e al tango argentino.

Lunedì 20 aprile l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, con il violino solista Ettore Pellegrino e il Trio Nosso Brasil presenterà un programma dal tiolo Paganini in Swing, elaborato da Roberto Molinelli.

Per il 4 maggio è stato invitato il Sestetto Stradivari, formato da prime parti dell’Orchestra Nazionale S. Cecilia di Roma, che proporrà un’interessante programma con l’ op. 18 di Brahms e il Souvenir de Florence di Tchaikovsky.

Dopo la pausa estiva, giovedì 8 ottobre è in calendario il recital pianistico Fantasie di Filippo Gorini, vincitore del Concorso Internazionale “Beethoven” di Bonn (2015), considerato dalla critica uno dei più interessanti interpreti della sua generazione.

Farà seguito giovedì 15 ottobre il concerto assegnato al Vincitore  del  Concorso Musicale U. Giordano secondo il protocollo d’intesa siglato con l’istituzione della omonima competizione dedicata  all’illustre compositore foggiano.

Per il 21 ottobre è previsto il concerto della Ukrainian Radio Symphony Orchestra di Kiev, orchestra Sinfonica della Radio Nazionale ucraina diretta dal grande Voldymyr Sheiko.

Giovedì 29 ottobre si esibirà la Rom & Gagè Orchestra, ensemble molto apprezzato per la brillante maestria nell’interpretazione di un repertorio che spazia da Rossini al Rock, alla musica tzigana.

Il 12 novembre si terrà il recital dal titolo Invito alla danza del grande pianista Giuseppe Albanese, vincitore del  Concorso Internazionale “Vendome”, uno trai più richiesti pianisti della sua generazione, del “Premio Venezia” 1997 e del Premio speciale per la miglior esecuzione dell’opera contemporanea al “Busoni” di Bolzano.

Giovedì 26 novembre si esibiranno il brillante flautista Antonio Amenduni e il famoso pianista Pasquale Iannone in Virtuoso duo, due solisti affermati in campo internazionale e vincitori  di numerosi e prestigiosi concorsi, con un excursus da Bellini al Novecento.

A conclusione della stagione 2020 è in programma per giovedì 10 dicembre il concerto della MAV Symphony Orchestra di Budapest, composta da novanta musicisti professionisti econsiderata tra le migliori formazioni orchestrali ungheresi, con la pianista Irene Russo, vincitrice del Concorso Internazionale  “C. Schumann” di Dusseldorf (2000).