Positivi risultati conseguiti con i rinforzi di Polizia dopo gli attentati di gennaio

101

I rinforzi per le Forze di Polizia inviati a Foggia dal Ministro dell’Interno Luciana LAMORGESE, dopo l’escalation criminale registrata ad inizio d’anno, hanno prodotto dei risultati eccellenti. 

Particolarmente significativi sono quelli conseguiti, nel mese di gennaio, dalla Polizia di Stato ove sono arrivati 32 Agenti in più, di cui 12 aggregati al Reparto Prevenzione Crimine, che sono andati a rinforzare i servizi di controllo del territorio e di scorta. Si tratta di personale di comprovata esperienza e appositamente specializzato nell’espletamento di servizi particolarmente delicati, come quelli a tutela delle persone sottoposte a protezione personale per avere denunziato la mafia ed il racket delle estorsioni. 

I neo arrivati Poliziotti hanno iniziato a lavorare in stretta sinergia con gli altri operatori della Questura di Foggia e sono stati impiegati prevalentemente nell’azione di prevenzione e di repressione dei reati in città e a tutela della collettività. Gli effetti si sono concretizzati in una diminuzione della delittuosità a fronte di maggiori arresti, denunzie e controlli.

Difatti, durante il mese di gennaio, la Polizia di Stato ha controllato su strada 14.680 persone (oltre 470 al giorno) e 8.239 veicoli (circa 265 al giorno). Sono state elevate 377 contravvenzioni al Codice della Strada e 36 sanzioni amministrative. Sono state effettuate 173 perquisizioni personali e locali e sono stati eseguiti 116 sequestri amministrativi e 59 sequestri penali. Sono stati effettuati 1.240 controlli a persone sottoposte agli arresti domiciliari. Inoltre, sono stati controllati 31 circoli privati e sale giochi e scommesse.

Nello stesso arco temporale sono state denunziate 75 persone ed altre 28 sono state tratte in arresto per vari reati. In particolare, la Squadra Volante ha arrestato 4 persone per furto, resistenza a pubblico ufficiale e per possesso ingiustificato di grimaldelli. La Squadra Mobile ha tratto in arresto 10 persone di cui quattro per estorsione, e le altre per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e per detenzione illegale di armi e di sostanze stupefacenti. Il Commissariato di Cerignola ha arrestato 8 persone per ricettazione, riciclaggio, furto, lesioni personali e spaccio di sostanze stupefacenti. Il Commissariato di San Severo ha arrestato tre persone per estorsione, furto ed atti persecutori. Il Commissariato di Manfredonia ha arrestato una persona per evasione. Infine, la Polizia Stradale e la Polizia Postale hanno tratto in arresto due persone, rispettivamente, per spaccio di sostanze stupefacenti e per possesso e fabbricazione di documenti falsi.

Per quanto riguarda l’andamento della delittuosità, su tutto il territorio della Provincia di Foggia nello scorso mese di gennaio, rispetto a quello del 2019, si è registrato un calo dei furti che si sono attestati a quota 881 rispetto ai 1.039 dell’anno scorso e, in particolare, quelli di autovetture sono diminuiti del 13%. Le rapine sono calate da 26 a 11, le estorsioni da 21 a 7, i danneggiamenti da 215 a 170 e le truffe informatiche da 195 a 83. Stabile il dato dei reati in materia di sostanze stupefacenti. In rialzo, invece, quello degli omicidi atteso che quest’anno si è aperto con l’uccisione di Roberto D’ANGELO, mentre a gennaio dell’anno scorso non si era registrato alcun caso.

Nel complesso, si è registrato un andamento in flessione della delittuosità che è stato più evidente soprattutto negli ultimi dieci giorni del mese di gennaio, in coincidenza con l’arrivo dei rinforzi.