Tenta di suicidarsi ingerendo farmaci, cinquantenne salvato dalla polizia

143

L’intervento della Polizia di Stato e la pronta segnalazione di un conoscente salvano la vita ad un uomo che ha tentato di suicidarsi ingerendo dei farmaci.

L’uomo, un cittadino italiano, di 50 anni, abitante in via Padre Antonio da Olivadi, in zona Parco dei Fiori, è stato trovato privo di sensi e riverso a terra, nella propria abitazione, da parte di un equipaggio della Squadra Volante intorno alle ore 22 di ieri sera.

Ad avvisare i Poliziotti è stato un conoscente dell’uomo che ha chiamato il 113 riferendo che costui, sin dal pomeriggio, aveva manifestato intenti suicidi. 

Quando gli operatori di Polizia sono giunti all’indirizzo segnalato hanno notato che la porta dell’abitazione dell’uomo era socchiusa. Entrati all’interno, nell’ispezionare gli ambienti, hanno rinvenuto riverso a terra, sul pavimento della cucina, il corpo privo di sensi del malcapitato. Al suo fianco, in ordine sparso, vi erano alcune confezioni di farmaci vuote che chiaramente facevano presagire che l’uomo avesse tentato di togliersi la vita ingerendone il contenuto.

I poliziotti hanno immediatamente richiesto in ausilio l’intervento di un’ambulanza del 118. Giunti sul posto, i medici hanno provveduto a fornire le prime cure del caso all’uomo ma, atteso che lo stesso non dava segni di sensibile ripresa, l’hanno trasportato d’urgenza al Pronto Soccorso in codice rosso. In ambiente ospedaliero, dopo avere ricevuto altre prestazioni sanitarie, è stato dichiarato non più in pericolo di vita.

Alla base dell’insano gesto ci sarebbero problemi di carattere personale.