Fioccano le contravvenzioni per violazione delle norme anti-covid

106

Continuano i controlli a tappeto sulle strade di Foggia ad opera degli equipaggi della Squadra Volanti e del Reparto Prevenzione Crimine tesi a fare rispettare le restrizioni governative imposte sugli spostamenti per evitare la diffusione dei contagi dal virus COVID-19. Irrogate diverse contravvenzioni.

Nella rete dei Poliziotti sono finiti, in via Matteotti, sei cittadini rumeni, di cui tre minorenni, che viaggiavano stipati all’interno di una Volkswagen Polo i quali non fornivano valide spiegazioni in ordine ai loro movimenti.

Altri due cittadini Bosniaci, un uomo ed una donna, sono stati controllati in via Salvo D’Acquisto, mentre vagavano per la città, senza meta, a bordo di un camper di colore bianco.

Intorno alle ore 15, in via San Eligio, è stata fermata una utilitaria all’interno della quale viaggiava una coppia. Il conducente, un uomo di 34 anni, ha spiegato agli Agenti che lui e la sua compagna stavano rientrando a casa dopo avere pranzato dalla suocera.

In serata, due equipaggi delle Volanti sono dovuti intervenire innanzi a due distinti supermercati, ubicati rispettivamente in via Einaudi ed in via Ciano, ove in entrambi i casi si è registrata una aggressione subita dal personale di vigilanza. Nel primo episodio l’aggressore era un cliente che voleva fare la spesa oltre l’orario di apertura mentre, nell’altro caso, ad agire violentemente è stato un cliente che non voleva rispettare la fila. Nessuno dei due operatori di vigilanza aggrediti ha subito gravi lesioni.

In via Marchese De Rosa, intorno alle ore 21, è stato fermato un veicolo con a bordo una coppietta di fidanzatini i quali, nel cercare di fornire una spiegazione plausibile, entravano in contraddizione tra loro, per poi chiedere scusa ai Poliziotti per il maldestro tentativo, ammettendo di essere usciti dalle rispettive abitazioni per passare un po’ di tempo insieme.

Intorno alle ore 23, in via Tripoli, è stato controllato un ragazzo appiedato, minorenne, il quale ha riferito agli operatori di essere uscito dalla propria abitazione per fare una passeggiata in quanto si annoiava a stare tutto il giorno in casa.

Infine, si segnala un intervento effettuato in via Napoli ove era stato segnalato il sorvolo di un drone. I Poliziotti intervenuti hanno identificato il proprietario del drone, un uomo di 40 anni, il quale ammetteva di avere fatto sorvolare l’apparecchio sulla proprietà del vicino a titolo di svago. L’uomo è stato denunziato.