Hashish sotto la sabbia e in tasca, arrestata coppia di spacciatori a Peschici

80

I Carabinieri di Peschici, nei giorni scorsi hanno arrestato una coppia del luogo, un 25 enne e una 26enne, dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nella “Perla del Gargano”, da tempo, i Carabinieri, per proteggere i giovani dagli spacciatori e contrastare il fenomeno dell’uso degli stupefacenti, controllano i luoghi della cittadina ove gli assuntori, provenienti anche dai paesi vicini e “ostaggi” del consumo della droga, raggiungono Peschici, non per i suoi panorami unici, ma per acquistare hashish e marijuana.

La costante attività di controllo dei Carabinieri, in questi giorni, ha portato all’individuazione di una coppia del posto che aveva iniziato a organizzare una consistente attività di spaccio di hashish, pubblicizzando sui propri canali comunicativi la disponibilità a soddisfare la richiesta dei consumatori.

I militari, con un’efficace attività di osservazione e con un’operazione investigativa lampo, sorprendevano la coppia cedere a un giovane assuntore un grammo di hashish. Il blitz e le immediate perquisizioni in un attiguo garage in loro uso consentivano di rinvenire sull’uomo circa 3 grammi della stessa droga in vendita e, nascosta sotto un cumulo di sabbia vicino agli spacciatori, una busta contenente ulteriori 16 grammi di hashish suddiviso in pezzi e un coltello da cucina intriso di droga utilizzato per il taglio dello stupefacente.

Immediato il sequestro della sostanza e il fermo della coppia, operato dai Carabinieri di Peschici e coordinato dalla Procura della Repubblica di Foggia, che convalidava gli arresti e disponeva la video udienza telematica presso la Compagnia Carabinieri di Vico del Gargano.

Il giovane acquirente, che pur di assumere stupefacente, si era spostato senza validi motivi è stato anche sanzionato per violazione delle misure governative di contenimento del Coronavirus e segnalato alla Prefettura, quale assuntore.