A rischio la pratica della transumanza – Confagricoltura Foggia al fianco degli allevatori

136

Con l’emanazione della L. R. 9 della Regione Abruzzo, è stato, di fatto, impedita la storica pratica della Transumanza, vale a dire lo spostamento, in estate, delle greggi, delle mandrie e dei pastori, dalla Puglia all’Abruzzo.

Superfluo è ricordare l’importanza di tale pratica, riconosciuta dall’UNESCO patrimonio culturale immateriale dell’umanità, che fino a pochi decenni orsono, determinava lo spostamento di milioni di capi di bestiame, soprattutto ovini, attraverso Tratturi, come il “Regio Tratturo” che, lungo circa 250 chilometri, collega Foggia all’Aquila.

Inutile, infine, evidenziare che tale pratica, seppur interessante un numero inferiore di animali rispetto al passato, è, ancora oggi, di vitale importanza per gli allevatori, e soprattutto per gli animali, pugliesi.

Confagricoltura Foggia ha chiesto al Presidente della Regione Abruzzo di rivedere la legge in parola al fine di permettere anche quest’anno l’importante pratica della Transumanza e, per rafforzare tale richiesta, ha anche chiesto l’intervento della Ministra Bellanova e del Presidente Emiliano.