San Severo: rinvenimento di oltre un chilo di sostanze stupefacenti in un appartamento. Il pusher arriva improvvisamente e tenta poi di darsi alla fuga

58

I militari della Compagnia Carabinieri di San Severo, nell’ambito del potenziamento dei servizi preventivi e repressivi predisposti negli ultimi giorni su tutta la Provincia di Foggia ed in particolare nel Comune di San Severo, hanno effettuato una serie di coordinati e mirati controlli, anche nel comparto dei reati concernenti gli stupefacenti, con particolare attenzione nei confronti di alcuni soggetti ritenuti pusher e che smerciano droga ai più giovani, soprattutto in questo periodo di graduale riapertura delle attività ricettive, a seguito del lockdown per il virus Covid-19, e dell’inizio della c.d. movida, a ridosso della prossima stagione estiva.

Qualche giorno fa, nel corso di una specifica attività di controllo in un’area popolare di San Severo, i militari della Sezione Operativa del N.O.R.avevano notato movimenti anomali di autovetture e giovani sospetti nei pressi di una serie di abitazioni in via Deliceto, per cui iniziavano a monitorare attentamente la zona, orientando l’interesse operativo verso un appartamento, in quel momento apparentemente disabitato. Mentre i militari stavano effettuando un controllo esterno alla struttura, notavano giungere a piedi un ragazzo, S.G.P., conosciuto dagli operanti, che alla loro vista tentava di darsi alla fuga, venendo immediatamente bloccato. Il giovane, dopo aver fatto strenua resistenza ai militari, veniva trovato in possesso delle chiavi dell’appartamento, per cui veniva effettuata una perquisizione all’interno e su un tavolo in cucina veniva trovata una grossa busta contenente un’ingente quantità di sostanze stupefacenti e materiale per il taglio, la pesatura edil confezionamento delle sostanze stupefacenti. Al termine del controllo, venivano sequestrati n. 26 involucri in cellophane trasparente termosaldati, contenenti complessivamente circa 750 gr. di eroina e n. 23 involucri simili contenenti circa 350 gr. di cocaina, per un totale di circa 1,100 Kg., oltre ad un bilancino, ad una macchina per il sottovuoto ed altro materiale normalmente utilizzato dai pusher per sigillare anche gli stupefacenti.Le operazioni di perquisizione venivano estese anche all’autovettura del ragazzo, parcheggiata scaltramente a distanza dall’appartamento in questione, particolare che però non sfuggiva ai Carabinieri. Infatti all’interno del veicolo veniva rinvenuto anche un grammo di marijuana ed una somma in denaro, in banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento dell’attività di spaccio.

All’esito degli accertamenti, il giovane S.G.P. veniva tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, del tipo pesante, e su disposizione del Pubblico Ministero di Turno della Procura della Repubblica di Foggia, veniva tradotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari. Nel corso della successiva udienza, l’arresto veniva convalidato ed il giovane pusher ristretto nuovamente agli arresti domiciliari.