Spacciavano ingenti quantitativi di stupefacente a Cagnano Varano, San Nicandro, San Severo e Campomarino

71

L’altro ieri, i Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Vico del Gargano, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Foggia, nei confronti di un 22enne di Cagnano Varano con precedenti di polizia, sottoposto alla custodia cautelare degli arresti domiciliari, e di un 34enne di San Severo, in atto detenuto, sottoposto alla custodia cautelare in carcere, per aver detenuto e ceduto ingenti quantitativi di cocaina, hashish e marijuana, in Cagnano Varano, San Nicandro Garganico, San Severo e Campomarino.

Le indagini, anche di carattere tecnico, svolte dai Carabinieri di Vico del Gargano, coordinate dalla Procura della Repubblica di Foggia, sono state originate dall’esigenza di contrastare il crescente fenomeno dello spaccio di stupefacenti in quelle località.

L’attività investigativa, svolta dal 18 marzo 2019 al 30 giugno 2019, consentiva di accertare l’esistenza di una intensa attività di detenzione e cessione di droga, in particolare cocaina, hashish e marijuana.

Gli spacciatori, che avevano la disponibilità di ingenti quantitativi di stupefacente, suddiviso in dosi, avevano una spiccata conoscenza del territorio e scelto per il loro commercio, i comuni di Cagnano Varano, San Nicandro Garganico, San Severo e Campomarino.

Il Cagnanese cedeva, in Cagnano Varano e San Nicandro Garganico, in 9 circostanze, complessivamente grammi 45 di cocaina, grammi 10 di hashish e grammi 500 di marijuana, per un valore complessivo di circa 5000 euro.

Il Sanseverese, che invece aveva deciso di operare su San Severo e Campomarino, cedeva, in 46 circostanze, complessivamente grammi 200 di cocaina e grammi 1500 di hashish, per un valore complessivo di circa 20000 euro.