Autista Ataf aggredito da un utente senza biglietto né mascherina

45

È accaduto lunedì 3 agosto a Foggia, presso il Terminal “Vincenzo Russo”: un operatore di esercizio in servizio sulla linea 33 diretta a Borgo Segezia è stato pesantemente aggredito da un utente.

Non è la prima volta che si consumano atti prevaricatori di questa prepotenza ai danni di lavoratori che ogni giorno dimostrano la propria diligenza sul lavoro, anche in periodi difficili come i mesi appena trascorsi, cercando di far osservare le regole per il rispetto e la sicurezza di tutti.

            Intorno alle ore 20, l’autista era regolarmente fermo presso il capolinea, pronto a partire, dopo aver atteso la salita a bordo degli utenti presenti, quando è stato aggredito, prima verbalmente, da un uomo, successivamente identificato dalle forze dell’ordine, privo sia del titolo di viaggio sia della mascherina, tuttora obbligatoria per utilizzare i mezzi di trasporto pubblici.

            Il diverbio, però, non è finito lì ma si è trasformato in una serie di minacce e infine in una violenta aggressione fisica all’autista.

            “Ora basta. È inaudito – commenta il CdA ATAF – che continuino a verificarsi tali aggressioni. Massima solidarietà al nostro collega e grazie ai Carabinieri che sono prontamente intervenuti per placare una situazione pericolosa, l’ennesima, senza motivi, ai danni di onesti lavoratori”.