Controlli sulla “movida”, arrestato spacciatore in Piazza Padre Pio

34

Nell’ambito delle attività interforze di controlli di sicurezza nelle aree interessate dal fenomeno della “movida”, è stato dato un impulso operativo al contenimento del rischio epidemiologico, specie nei luoghi a maggiore vocazione aggregativa nel fine settimana.

È stato impiegato un dispositivo interforze – Polizia di Stato; Reparto Prevenzione Crimine, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza- e del contributo della Polizia Locale di Foggia, nella serata di sabato 10 ottobre e in quella successiva, non solo per prevenire i fenomeni di spaccio di droga, come d’abitudine, ma anche per verificare il rispetto delle norme anti covid che, da qualche giorno, prevedono l’obbligo di mascherina all’aperto.

I controlli si sono concentrati sulla zona di Corso Vittorio Emanuele, Corso Cairoli, Piazza Duomo, Piazza Mercato.

Centosessantasette le persone identificate, anche nell’ambito di controlli negli esercizi commerciali e dei centri scommesse, luoghi di aggregazione, specie la domenica durante lo svolgimento delle competizioni sportive.

Durante i controlli delle forze dell’ordine sono state multate cinque persone per il mancato uso della mascherina e per aver consumato bevande e alimenti in luoghi aperti. Nel complesso, si è accertato un generalizzato rispetto dell’obbligo di indossare la mascherina, anche se diverse persone sono state richiamate all’ordine al fine di indossarle correttamente.

I controlli sono stati estesi anche a Piazza Padre Pio, dove personale della Polizia di Stato ha tratto in arresto un giovane foggiano perché trovato in possesso di settantotto dosi di cocaina ed oltre settecento euro in banconote di diverso taglio. Costui, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato collocato agli arresti domiciliari.

La “stretta” sui controlli, “fortemente voluta dalla Prefettura”, impegnerà in questi giorni tutte le forze dell’ordine in campo in città.