Orsara, Appuntamento con la Daunia verso la “Destinazione Futuro”

45

Evento su “Infrastrutture digitali e un nuovo umanesimo per il rilancio delle aree interne”

“Appuntamento con la Daunia”, l’evento che ogni anno mette insieme le migliori eccellenze della Capitanata per discutere di sviluppo e sostenibilità, andrà in scena lunedì 19 ottobre.

Il numero degli invitati sarà contenuto per rispettare le norme imposte dal nuovo DPCM. A Villa Jamele, nella tenuta di Peppe Zullo, ambasciatore del made in Puglia e padrone di casa, alle ore 10.30 si terrà il convegno “Destinazione Futuro: infrastrutture digitali e un nuovo umanesimo per il rilancio delle aree interne”.

All’incontro, che sarà moderato dal giornalista Oscar Buonamano, sono stati invitati a partecipare: Nicola Gatta, presidente della Provincia di Foggia; Pierpaolo Limone, Rettore dell’Università di Foggia; Giorgio Mercuri, presidente di Confcooperative Fedagripesca; la senatrice Gisella Naturale; il presidente di Atelier Appennini, Pino Pasquali; il direttore del Dipartimento Turismo e Cultura della Regione Puglia, Aldo Patruno; e il consigliere regionale Raffaele Piemontese.

“Proprio in un momento come questo, dominato dall’incertezza causata dall’emergenza pandemica, c’è bisogno di guardare lucidamente alle soluzioni per immaginare e costruire un futuro che restituisca prospettive più solide, basate su una crescita culturale, sociale ed economica che parta dal cuore dell’Italia, da quelle aree interne in cui la biodiversità, l’ambiente e gli spazi vitali rappresentano potenzialità enormi e possibilità ancora sottoutilizzate”, ha dichiarato Peppe Zullo.

Si discuterà di Recovery Fund, di come utilizzare strategicamente i fondi stanziati dall’Europa per riconnettere i territori, fornire servizi, realizzare infrastrutture digitali, reti stradali e ferroviarie, spazi e programmi per la cultura e la formazione capaci di rivitalizzareborghi, aree rurali e zone interne che oggi – e da oltre 30 anni –soffrono condizioni di abbandono e marginalità.

“Al tempo della pandemia del Covid-19”, ha aggiunto il giornalista Oscar Buonamano, “il ruolo egemone della città rispetto alla campagna e ai piccoli borghi può essere messo, in parte, in discussione. La pandemia ha determinato e sta determinando riflessioni impensabili fino a pochi mesi fa, e l’impossibilità di uscire dalle nostre case per un periodo lungo ha indotto molti a ripensare il paradigma città-campagna, città-aree interne”.

Per partecipare, nel rispetto delle norme imposte dal nuovo DPCM, è necessario confermare la propria presenza con una email indirizzata a info@peppezullo.it.