CIA Agricoltori al fianco della cooperativa Antica Cantina di San Severo

42

Nel giro di pochi giorni, la dirigenza dell’Antica Cantina di San Severo ha subito due danneggiamenti a scopo intimidatorio: l’incendio dell’automobile del presidente, poi gli alberi d’ulivo tranciati nei terreni del vicepresidente del sodalizio.

Lo scorso anno, ignoti criminali avevano causato oltre un milione di euro di danni alla stessa cooperativa manomettendo i bochettoni dei silos e sversando oltre 20mila ettolitri di vino nei campi circostanti gli stabilimenti.

Dirigenti e soci della Cooperativa si trovano ad affrontare una situazione inaccettabile e drammatica. Una situazione che domani, 22ottobre, sarà al centro della riunione in videoconferenza del Coordinamento provinciale delle Forze dei Polizia, alla quale parteciperànno CIA-Agricoltori Italiani Puglia e le altre organizzazioni agricole.

Le azioni della criminalità organizzata ai danni di aziende e cooperative agricole, negli ultimi anni, si è intensificata, con danni enormi. Non solo danneggiamenti a scopo intimidatorio, ma anche razzie di interi raccolti, furti di trattori, di mezzi agricoli e attrezzature.

Quello che CIA Agricoltori Italiani della Puglia sostiene da tempo è che la professionalità e l’impegno di Forze dell’Ordine e Magistratura va supportato con maggiore determinazione e più risorse. Per un più efficace e capillare controllo del territorio, serve potenziare le risorse umane e strumentali a disposizione di Forze dell’Ordine e Magistratura per rendere più forte non solo l’azione repressiva sul campo, ma anche la capacità d’investigazione utile a stroncare i gruppi criminali che agiscono nei nostri territori