Prossima attivazione dell’U.O. di Oncogeriatria e del nuovo Pronto Soccorso presso il presidio ospedaliero “Lastaria” di Lucera

30

Continua il potenziamento multidisciplinare dell’ospedale no-Covid Lastaria di Lucera che, con risorse professionali implementate, diventa polo di riferimento multidisciplinare per la chirurgia in day surgery per l’intera popolazione di Capitanata.

Il reparto è dotato di 12 posti letti e di quattro nuove sale operatorie opportunamente realizzate ed attrezzate per gli interventi chirurgici, attraverso percorsi diagnostico-terapeutici previsti per ciascun day surgery.

L’organizzazione del reparto di Chirurgia “no-covid” prevede la possibilità di effettuare ricoveri in regime di Day Service/Day Surgery/One Day Surgery e, quindi, di interventi chirurgici e procedure diagnostiche-terapeutiche mini-invasive che consentono al paziente un’autonomia motoria e piena vigilanza entro le ore successive all’intervento.

Al reparto di Chirurgia in Day Service, Day Surgery e One Day Surgery del presidio ospedaliero Lastaria di Lucera, afferiscono: la Chirurgia Generale Ospedaliera nella persona del Dott. Fausto Tricarico, la Chirurgia Generale Universitaria nella persona del Prof. Antonio Ambrosi, il Dott. Pietro Palumbo dirigente della Ortopedia Ospedaliera, diretta dal Dott. Antonio Macchiarola, il Dott. Rocco Di Brina dirigente della Urologia Universitaria, diretta dal Prof. Giuseppe Carrieri e il Dott. Costantino Pellegrino, Responsabile del Servizio di Flebologia Chirurgica facente capo alla Chirurgia Generale Ospedaliera.

Le varie attività chirurgiche multidisciplinari sono coordinate dal Dirigente medico di Chirurgia Generale Dott. Domenico Merlicco, già referente per l’area chirurgica del presidio Lastaria, e diretto dal Dott. Fausto Tricarico, Direttore del Dipartimento Chirurgico del Policlinico Riuniti di Foggia, e per l’assistenza anestesiologica dal Dott. Leonardo Consoletti.

In stretto collegamento è attiva, inoltre, l’attività chirurgica ambulatoriale ortopedica, in day service e in day surgery,afferente alla Struttura Complessa di Ortopedia e Traumatologia Universitaria, diretta dal Prof. Vito Pesce, che consiste, in particolare, in interventi di chirurgia mininvasiva della mano e del polso e per patologie dei nervi periferici (sindrome del tunnel carpale). E’ attivo, inoltre, anche un ambulatorio per attività specialistica ortopedica universitaria, coordinato dal Dott. Rosario De Mita.

Si stanno perfezionando ulteriori attività chirurgiche per altre discipline già presenti al Policlinico.

Il Day Service, Day Surgery, One Day Surgery presso il Lastaria prevedono una precisa organizzazione per ottenere un alto teurn-over di pazienti provenienti dalle singole unità specialistiche. Nell’anno 2020 sono stati effettuati ben 827 interventi tra Chirurgia Generale Ospedaliera, Chirurgia Generale Universitaria e Chirurgia Urologica Universitaria, 106 interventi di Chirurgia ortopedica universitaria e i primi 7 interventi (solo dal 15 dicembre) di Chirurgia ortopedica ospedaliera sull’artroscopia di spalla e del ginocchio.

“Prosegue la caratterizzazione sempre più interdisciplinare e ad alto livello dell’ospedale no-Covid Lastaria di Lucera con il potenziamento delle attività chirurgiche in day-hospital” dichiara il Commissario Straordinario del Policlinico Riuniti di Foggia Dott. Vitangelo Dattoli. L’istituzione ed il buon funzionamento della struttura di Day Surgery Multidisciplinare offrirà un servizio di alto livello con elevati criteri di sicurezza e qualità, rendendo il Lastaria di Lucera punto di riferimento per l’intera popolazione di Capitanata”.

“Con la prossima attivazione del reparto di Oncogeriatria si potrà dire concluso il profilo dell’Ospedale Lastaria di Lucera che ovviamente essendo ospedale classificato come nosocomio per aree disagiate prevede la presenza del Pronto Soccorso – continua il Dott. Vitangelo Dattoli.

Tale funzione, come noto opportunamente sospesa, è vicariata dalla possibilità di ricoveri diretti presso i reparti del Lastaria (E’ stata infatti istituita un’area medica “Grigia” per lo stazionamento dei pazienti in procinto di ricoverarsi) e dall’attività del vicino Pronto Soccorso del Policlinico Riuniti.

La sospensione dell’attività, come in più occasioni espresso, è da considerarsi temporanea e si è resa necessaria per la particolare vulnerabilità dell’ospedale Lastaria alla pandemia in quanto raro caso di ospedale integralmente No-Covid e quindi incompatibile nelle fasi gravi della pandemia con il tradizionale punto d’ingresso in ospedale di pazienti del P.S.

La Direzione è impegnata, nel lasso di tempo ancora necessario per l’attivazione del Pronto Soccorso, in stretta relazione all’incidenza della pandemia a effettuare i lavori di adeguamento e a reclutare i dirigenti medici necessari per il completamento dell’organico già parzialmente presente”.