Riprendono il 3 maggio le attività del Pronto Soccorso del presidio ospedaliero “Lastaria” di Lucera

34

Conclusi i lavori di miglioramento infrastrutturale, impiantistico, tecnologico degli ambienti del Pronto Soccorso del presidio ospedaliero “Lastaria” di Lucera, oltre che le operazioni di reclutamento di ulteriore personale medico, infermieristico, di supporto e la nuova modalità organizzativa con la realizzazione di percorsi sicuri, si comunica che, in considerazione della fase epidemiologica per l’emergenza Covid-19 che proprio a Lucera sta vivendo un momento di particolare complessità, si ritiene opportuno differire al 3 maggio la ripresa delle attività del Pronto Soccorso, inizialmente prevista per il 16 aprile, considerando tale data come più confacente alla previsione di contenimento dell’emergenza pandemica.

Il “Lastaria” di Lucera rappresenta per il Policlinico Riuniti di Foggia un presidio fondamentale e strategico, sul quale si è compiuto un investimento rilevante, dal punto di vista logistico e sanitario.

La nuova modalità organizzativa del Pronto Soccorso è stata puntualmente rappresentata e dettagliata con la Direttiva della Direzione aziendale n. 80/21 del 12 aprile 2021 che formalmente dispone la riapertura delle attività del Pronto Soccorso del “Lastaria” di Lucera a far data dal 3 maggio 2021. Si evince chiaramente che si tratti di una organizzazione robusta e complessa, che permetterà di ridurre al massimo i rischi e di fornire risposte efficaci ai bisogni della comunità, in una logica di efficienza, sviluppo e crescita dell’offerta sanitaria.

In particolare, la Direttiva aziendale prevede che l’assistenza sanitaria sarà garantita dai medici in organico integrati dai medici del 118 territoriale in convenzione. In relazione alla disponibilità del personale presente, saranno garantiti 2 unità mediche la mattina dalle ore 8.00 alle ore 14.00, 2 unità mediche il pomeriggio dalle ore 14.00 alle ore 20.00 e 1 unità medica con turno notturno dalle ore 20.00 alle ore 8.00. Il Dirigente medico referente per il Pronto Soccorso di Lucera sarà il Dott. Giovanni Bianco. Sarà garantita, inoltre, la presenza di un medico reperibile, tra i Dirigenti della Chirurgia Generale, dalle ore 14.00 alle ore 8.00 per eventuali urgenze e/o trasferimenti. Per quanto riguarda il personale di comparto, la dotazione organica infermieristica è di 12 infermieri che ruoteranno su tre turni. Tale dotazione è da intendersi temporaneamente integrata di ulteriori 5 unità infermieristiche a sostegno dell’assistenza in “zona sporca” fino al termine della fase acuta dell’emergenza pandemica. La dotazione organica del personale di                                                                                                        supporto è di 9 OSS con organizzazione del lavoro su tre turni.

Il setting assistenziale e le attività di consulenza per i pazienti che afferiranno al Pronto Soccorso è quello previsto per gli ospedali di zone disagiate, come da D. Lgs. 70/15, che prevede che in tali presidi ospedalieri occorra garantire una attività di Pronto Soccorso/accettazione, con la conseguente disponibilità dei necessari servizi di supporto-attività, di medicina interna e di chirurgia generale ridotta, anche attraverso l’utilizzo della Telemedicina. Pertanto, il Pronto Soccorso garantirà le prestazioni a basso setting assistenziale e, in caso di prestazioni complesse o non altrimenti trattabili, provvederà alla stabilizzazione del paziente e al suo immediato trasferimento al DEA di 2° livello del Policlinico Riuniti di Foggia, dal quale dipende strutturalmente.

Per la gestione assistenziale dei pazienti, il medico del Pronto Soccorso si avvarrà:                                                                                                                                            – del sistema di telecardiologia (refertazione Ecg e teleconsulto) o  della consulenza del cardiologo in presenza (8.00-14.00)                                                                               – del sistema telematico intraospedaliero di Telemedicina per esecuzione diretta di esami strumentali di Laboratorio (emocromo, emogasanalisi e troponina)                                                                     – del sistema informatico sanitario aziendale per la richiesta di ulteriori esami di laboratorio. L’attività del Laboratorio Analisi sarà garantita tutti i giorni feriali H12 (8.00-20.00), mentre dalle ore 20.00 alle ore 8.00, in caso di urgenze, è prevista l’esecuzione degli esami presso il laboratorio centrale del Policlinico Riuniti, previo trasporto dei campioni ematici. La refertazione sarà assicurata attraverso il sistema NGH.

Qualora fosse necessaria la consulenza del medico rianimatore, questa è a carico del personale medico afferente alla SSD “Terapia del dolore e delle attività chirurgiche” nella fascia oraria 8.00 – 14.00. Laddove non coperto dai Rianimatori presenti presso il Lastaria, il paziente dovrà essere trasferito nel più breve tempo possibile presso il Pronto Soccorso centrale del Policlinico Riuniti di Foggia.

Il percorso dei pazienti verrà così articolato:                                                                    – i pazienti che afferiscono  tramite 118  effettueranno il triage e il tampone nella camera calda a cura dell’infermiere provvisto di DPI e successivamente inviati per il prosieguo assistenziale nel percorso “pulito” o “sporco”.                                            – i pazienti che giungono mediante mezzi propri effettueranno il triage nella sala d’attesa e se sintomatici per contagio da Covid-19 saranno tamponati nell’ apposita area ubicata presso il locale adiacente la sala d’attesa.                                                                         – i pazienti che non presentano sintomatologia da contagio per Covid-19 accederanno nel 1° ambulatorio del Pronto Soccorso “zona pulita”.                             L’accesso al “Percorso Sporco” è dal lato destro del Pronto Soccorso attraverso il corridoio esterno dedicato. I locali area Covid sono posizionati nell’ala posteriormente ed appositamente allestiti per garantire la sicurezza del paziente e dei lavoratori.L’accesso al “Percorso Pulito” è tramite la sala d’ attesa del Pronto Soccorso. I locali del percorso sporco e del percorso pulito, benchè confinanti tra di loro, sono distintamente separati per consentire i percorsi.