La CCIAA si costituirà parte civile nel processo di mafia Decima Azione bis

132

Gelsomino: l’affermazione della legalità tassello imprescindibile per una vera ripresa  economica e morale del territorio.

Anche la CCIAA di Foggia si costituirà parte civile il 16 settembre all’udienza preliminare del processo contro alcuni membri della Società foggiana scaturito dall’operazione portata a termine nel 2018  e denominata Decima Azione Bis.

I 44 imputati coinvolti si sarebbero macchiati  a vario titolo di reati di stampo mafioso contro imprenditori locali, svolgendo attività estorsiva e di usura con minacce di morte in caso di mancato pagamento delle somme richieste.

Per il presidente dell’Ente, Damiano Gelsomino: “la costituzione di parte civile in questi processi è un doveroso atto che la CCIAA compie a tutela di tutti gli imprenditori del territorio. L’intero sistema della rappresentanza d’impresa è consapevole che l’affermazione della legalità è un tassello imprescindibile se vogliamo che la Capitanata compia davvero quel non più rinviabile salto di qualità per una ripresa economica, sociale e morale stabile e duratura”.