Monitoraggio nelle scuole sulla circolazione del Covid, Lopalco: “Puglia pronta ad avviare lo screening”

47

Già vaccinato oltre il 70% dei pugliesi tra i 12 e i 19 anni

“La Puglia è pronta ad avviare gli screening sulla circolazione del Covid nella popolazione studentesca, in attuazione di quanto previsto dall’Istituto superiore di sanità e dal Commissario straordinario per l’emergenza. Questa attività si aggiunge alla campagna vaccinale dedicata agli studenti con chiamata “scuola per scuola” che in Puglia ha dato risultati ottimi. Ad oggi infatti abbiamo superato il 70% di vaccinazioni con almeno una dose della fascia di età compresa tra i 12 e i 19 anni: in Puglia nel dettaglio siamo al 70,25%, contro una media nazionale del 62,83%. Anche sulle secondi dosi nella fascia 12-19 anni siamo avanti, con la Puglia al 50,71% e l’Italia al 46,34%. La nostra regione ha un primato nazionale anche per quanto riguarda la vaccinazione del personale scolastico, docente e non, come ha sottolineato il ministro Bianchi pochi giorni fa, la cui copertura ha superato il 95%. Dal mondo della scuola arriva quindi un messaggio di fiducia nella vaccinazione che rappresenta la nostra principale arma di contrasto alla diffusione del virus”. Lo comunica l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco.

Il Dipartimento Promozione della Salute ha pubblicato una circolare sul piano di monitoraggio della circolazione di SARS-Cov 2 nelle scuole primarie e secondarie, con le prime indicazioni operative. 

I Dg delle Asl devono  provvedere, mediante  i Direttori  dei Dipartimenti di Prevenzione e dei Servizi Igiene e Sanità Pubblica e con il coinvolgimento degli Uffici Scolastici Provinciali e dei Dirigenti Scolastici, alla individuazione delle “scuole sentinella”.  

Le scuole, secondo le indicazioni nazionali,  dovranno essere individuate tenendo conto della rappresentatività geografica, del potenziale di adesione e della fattibilità logistica, ad esempio, nelle operazioni di trasporto dei campioni verso i laboratori di analisi pubblici individuati a livello provinciale. Tutti i 13 laboratori della rete pubblica COVID sono attrezzati per processare i campioni salivari.

In  base  alla  numerosità  campionaria  da  raggiungere  per  provincia, dovranno essere individuati uno o più plessi scolastici per ogni provincia, selezionando gli  studenti, possibilmente, da differenti classi.  

A  Bari i test minimi da effettuare quindicinalmente saranno 716 nelle scuole primarie e 474 nelle scuole secondarie di primo grado. 

Nella Bat 238 e 163, a Brindisi 217 e 143, a Foggia 353 e 251, a Lecce 423 e 280, a Taranto 334 e 220. Complessivamente in Puglia si dovranno effettuare ogni 15 giorni almeno 2.282 test nelle primarie e 1.531 nelle secondarie. 

Tenuto  conto  della  facilità  della  raccolta  del  campione  e  dell’elevata  sensibilità  e  specificità  della  metodica, sarà utilizzato il test molecolare per la rilevazione di SARS‐CoV‐2 su campione salivare. La  metodica, inoltre, garantisce la possibilità di processare il campione per l’eventuale sequenziamento genomico virale. 

La  fornitura  dei  test  è  a  carico  della  Struttura  Commissariale  nazionale  che,  attraverso  il  Servizio  Protezione Civile della Puglia, provvederà alla consegna presso la sede regionale e da essa presso le  sedi delle Direzioni dei Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie Locali. 

Le Asl faranno riferimento al Team di Operatori Sanitari Scolastici COVID‐19  (TOSS  COVID‐19)  che  devono  garantire  operativamente  l’effettuazione  delle  attività  di  supporto,  sorveglianza e screening negli istituti scolastici.  

L’attuazione e il monitoraggio  delle attività  di  screening  da  parte  dei TOSS ASL è  un’occasione  per  condurre specifiche attività di formazione che riguardano la malattia da Covid‐19, le norme sanitarie  anti‐contagio, l’importanza della vaccinazione, il significato dei test di screening, le modalità con cui lo  screening è organizzato e condotto, la modalità di auto‐somministrazione del test e conferimento al  punto di raccolta.