A Picerno e ancora pareggio, finisce 1 a 1

31

Il Foggia non va  oltre il pari in una gara non bella contro un Picerno battagliero che ha sfruttato appieno le ridotte dimensione del “Donato Curcio”. I rossoneri sono andati sotto nel primo tempo, hanno recuperato nella riresa e nel finale, nonostante l’evidente calo fisico della  formazione lucana non sono riusciti a sferrare il colpo decisivo.

La cronaca. Mister Zeman schiera in campo, con il consueto 4-3-3: Volpe tra i pali; Garattoni, Sciacca, Di Pasquale e Martino in difesa; Gallo, Petermann e Rocca a metà campo; Curcio (K), Ferrante e Merkaj in zona offensiva. Al 1’ destro di Ferrante che termina alto sulla traversa. Al 26’ Gerardi calcia tra le mani di Volpe. Al 27’ guizzo in area di Curcio che di testa manda la palla tra le braccia del portiere. Al 42’ fallo in area di Martino e calcio di rigore per il Picerno. Dal dischetto Gerardi neutralizzato da Volpe ma, sulla respinta, Pitarresi ribatte a rete e segna il gol del vantaggio. Il Foggia non demorde. Al 45’ destro di Curcio che finisce alto sopra l’incrocio dei pali. Termina 1-0 la prima frazione di gioco. 

Nella ripresa, al 56’ Di Pasquale sugli sviluppi di un corner pareggia i conti. il gol rinfranca i rossoneri che provano a vincerla. Al 59’ Ferrante di tacco, sugli sviluppi di un calcio piazzato, manda la palla di poco fuori dallo specchio della porta. Al 71’ Vigolo prova a sorprendere Viscovo che butta la palla in corner. Poi non succede più nulla. Finisce 1-1 tra la delusione dei 500 tifosi che hanno cantato dall’inizio alla fine.

Area Comunicazione Calcio Foggia