Il Foggia saluta la coppa, termina 2 a 3 per l’Andria

42

Il Foggia esce sconfitto contro un Andria battagliero e mai domo e saluta la Coppa Italia. Qualche errore in fase difensiva, un rigore sbagliato e più di un dubbio in occasione del terzo gol andriese caratterizzano la gara contro i biancazzurri baresi che vanno in vantaggio 3 volte e, alla fine, guadagnano la qualificazione ai quarti di finale.

La cronaca. Il tecnico rossonero schiera in campo, con il 4-3-3: Volpe tra i pali; Garattoni, Girasole, Sciacca e Martino in difesa; a metà campo Gallo, Garofalo e Maselli; in attacco Vigolo, Ferrante e Tuzzo. Nella prima mezz’ora di gara non si registrano, da ambo i lati, azioni degne di nota. Al 34’ Bubas porta in vantaggio la formazione ospite. Al 41’ arriva il primo vero tiro in porta del Foggia con Tuzzo, ma la palla termina sul fondo. Al 43’ Martino prova a sorprendere Vandelli ma non inquadra lo specchio della porta. In pieno recupero, un attimo prima che l’arbitro fischi la fine dei 3 minuti di recupero Garofalo pareggia i conti con un potente tiro da fuori area. Si va al riposo sull’1-1 e ci si aspetta un altro Foggia nella ripresa.
Nel secondo tempo il Foggia sembra partire con il piede giusto, ci prova subito, al 51’ Maselli, ma il suo tiro termina tra le braccia di Vandelli.  Al 58’ al termine di un’azione insistita in area rossonera Di Piazza firma la rete del vantaggio dell’Andria. Al 63’ il Foggia ha subito l’opportunità di pareggiare i conti. Curcio, su angolo, serve di Jenno che viene atterrato in area: rigore. Dal dischetto calcia Curcio ma si fa ribattere il tiro da Vandelli e sulla respinta la difesa andriese recupera e butta in angolo: tutto da rifare. I satanelli, però, non si arrendono e 8 minuti dopo giungono al pareggio: Ferrante, su tocco di Curcio, brucia le mani a Vandelli, sulla respinta è velocissimo ancora Garofalo che sigla nuovamente il pari. Ora il Foggia prova a vincerla, ma il colpo di testa di Ferrante finisce di poco alto sopra la traversa. Al 78’ è ancora l’Andria a passare: Gallo atterra Di Piazza e l’arbitro assegna il penalty: dal dischetto Di Piazza non perdona e regala la qualificazione agli andriesi. Termina 3-2 per l’Andria e il Foggia esce dalla Coppa Italia.

Area Comunicazione Calcio Foggia 1920