Paura in via Fuiani: 19enne tenta la fuga all’ “alt” dei carabinieri. Arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

78

Momenti di tensione quelli vissuti qualche notte fa in via Fuianida parte delleGazzelle del “112” del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Foggia. I militari del Pronto Intervento infatti si sono imbattuti in 2 giovani originari del capoluogo dauno, rispettivamente di 19 e 17 anni, che, a bordo di una Fiat Stilo, si aggiravano con fare sospetto per le vie del capoluogo dauno. Immediatamente gli equipaggi del 112 percepiscono che i 2 ragazzi potrebbero nascondere qualcosa all’interno dell’auto o non avere il veicolo in regola.Intimano quindil’“ALT” ai 2 giovani con paletta e segnali luminosi con l’obiettivo di procedere ad un controllo ma gli stessi si danno alla fuga ad altissima velocità percorrendo strade contromano e attraversando gli incroci con il semaforo rosso, incuranti di metterea repentaglio l’incolumità dei passanti in quel momento per le strade cittadine. Ne scaturisceun pericoloso inseguimento a sirene spiegate per le vie del centro abitato dove i fuggiaschi lungo la corsa perdono autonomamente il controllo del veicolo andando ad impattare contro un semaforo. A quel punto la fuga prosegue a piedi mal’ottima conoscenza del territorio e le non comuni qualità alla guida dei carabinieri hanno permesso a quest’ultimi di acciuffare i 2 giovani ormai convinti di averla fatta franca.

Il 19enne e il 17enne sono stati quindi condotti presso gli Uffici del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Foggia per l’espletamento di alcuni accertamenti che hanno permesso successivamente di evidenziare il fatto che i 2 soggetti fosserogià noti alle Forze dell’Ordinee che il conducente fossesprovvisto di patente di guida poiché mai conseguita e della copertura assicurativa dell’auto.

Il 19enne è stato quindi tratto in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e, come disposto dalla locale Procura della Repubblica,lo stesso è stato tradottopresso la casa Circondariale di Trani. Inoltre il medesimo è stato deferito in stato di libertà per guida senza patente con reiterazione infra-biennale.

Nel corso dell’udienza di convalida, l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto disponendo per il 19enne la misura cautelare dell’obbligo di presentazione quotidiana presso la locale Stazione Carabinieri e dell’obbligo della permanenza notturna in casa.     

Il 17enne, autore del reato in concorso, è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bari ed affidato ai genitori esercenti la patria potestà.