Democrazia partecipativa: ASL Foggia e Cittadinanzattiva pronte a favorire il coinvolgimento attivo dei cittadini nelle scelte sanitarie

187

Democrazia partecipativa. È da questo importante tassello che ASL Foggia e Cittadinanzattiva ripartono per rilanciare ed intensificare la loro collaborazione anche alla luce del protocollo sottoscritto tra Dipartimento “Promozione della salute, del benessere sociale e dello sport per tutti” della Regione Puglia e “Cittadinanzattiva Puglia”.

L’intesa è stata rinnovata questa mattina a Bari, nel corso di una riunione coordinata dall’assessore regionale alla Salute Rocco Palese e dal Direttore del Dipartimento di Promozione della Salute Vito Montanaro, a cui hanno partecipato, tra gli altri, la cabina di regia della Regione Puglia, i vertici di A.Re.S.S. Puglia, le Direzioni Strategiche delle Aziende Sanitarie pugliesi, Cittadinanzattiva Puglia e le relative delegazioni provinciali.

Un’occasione proprio per fare il punto sull’attuazione del protocollo d’intesa nelle varie province.

La ASL Foggia – ha chiarito nel suo intervento il Commissario Straordinario Antonio Nigri, presente insieme al Direttore Amministrativo Michelangelo Armenise – è pronta a riprendere e intensificare la collaborazione con Cittadinanzattiva, già frutto di un protocollo d’intesa siglato negli scorsi anni in provincia di Foggia.

È giunto il momento di attualizzare quell’accordo, in considerazione del protocollo regionale, e di intensificare quello spirito collaborativo e inclusivo già particolarmente avvertito in provincia di Foggia”.

Obiettivo comune dell’intesa è la tutela del diritto dei cittadini ad un accesso tempestivo, equo ed appropriato ai servizi e alle prestazioni sanitarie, attraverso la partecipazione e l’inclusione della comunità nelle scelte in materia sanitaria in modo da far emergere buone prassi e criticità, utili a pianificare ed implementare opportune azioni di miglioramento.

Oggi – ha concluso Nigri – con il P.N.R.R. e con la riforma dei servizi sanitari territoriali post pandemia, la sfida è condividere il governo della sanità senza polarizzazioni. Questo, perché sia gli ospedali che i servizi territoriali hanno bisogni specifici che vanno ascoltati e che meritano adeguata risposta. Recuperare e affrontare temi critici come gli screening oncologici, le liste d’attesa, la prevenzione, la presa in carico della cronicità oggi è, come non mai, una priorità, soprattutto in considerazione della particolare situazione sociale creatasi con la pandemia”.

Grande soddisfazione è stata espressa da Matteo Valentino, segretario regionale di Cittadinanzattiva e dalla delegazione foggiana: “Siamo certi – ha dichiarato Valentino – che riusciremo a favorire il coinvolgimento effettivo e “di qualità” dei cittadini in tutto il ciclo delle politiche pubbliche sanitarie attraverso attività e pratiche di partecipazione inclusiva”.