Foggia – Fidelis Andria 3-1

139

Reti: 31’ Candellori (FA), 47’ Rizzo (FG), 53’ Nicolao (FG), 64’ Petermann (FG)

FOGGIA (3-5-2): Nobile; Rizzo, Malomo (45’ Di Pasquale), Sciacca; Costa (70’ Garattoni), Di Noia, Petermann (70’ Odjer), Frigerio, Nicolao; D’Ursi, Ogunseye (65’ Tonin). A disposizione: Illuzzi, Dalmasso, Garattoni, Di Pasquale, Schenetti, Chierico, Peralta, Leo, Peschetola, Iacoponi, Odjer, Tonin. All. Gallo.

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Zamarion, Hadziosmanovic (81’ Orfei), Mariani, Arrigoni (73’ Sipos), Urso, Candellori, Dalmazzi, Fabriani, Milillo, Paolini (89’ Persichini), Bolsius. A disposizione: Vandelli, Graziani, Orfei, Pirelli, Mercurio, Delfino, Ciotti, Djibril, Zenelaj, Sipos, Pavone, Alba, Tulli, Persichini. All. Cudini.

Arbitro: Carrione (Lazzaroni-Pragliola; IV: Baratta)

Ammoniti: 35’ Rizzo (FG), 39’ Urso (FA), 45’+1 Murilo (FA)

Espulsi: nessuno;

Recupero: 3’ p.t.; 4’ s.t.;

PRIMO TEMPO. In occasione della decima giornata di Serie C, lo Stadio Zaccheria ospita la sfida tra Foggia e Fidelis Andria. Il primo squillo dei rossoneri arriva al minuto 10, quando Frigerio prova a sfruttare una palla sporca nel cuore dell’area di rigore. Il tiro, fuori misura, termina fuori. Sciacca al 13’ prova la conclusione dalla distanza, in zona lunetta, spedendo la palla di poco alta. Il risultato si sblocca al 31’, quando una leggerezza difensiva, favorisce Candellori che, nell’area piccola, trova il gol calciando rasoterra sotto le gambe dell’estremo difensore rossonero. La prima frazione di gioco termina con poche emozioni ma con la Fidelis Andria in vantaggio di misura.

SECONDO TEMPO. Parte subito forte il Foggia di mister Gallo nella ripresa, trovando il gol del pari con Alberto Rizzo al 47’. Un cross dalla sinistra di Costa, trova il numero 3 rossonero al centro dell’area tutto solo, bravo nel colpire a rete con la zampata vincente. Il diavoli del sud ci credono e non mollano, Nicolao al 53’ segna a capovolge il risultato. Lo Zaccheria è una bolgia. La FIdelis con Urso al 60’ prova a sorprendere Nobile da punizione, il tiro, teso ma ben angolato viene respinto con i pugni dal numero 15 rossonero. La macchina targata Fabio Gallo non si spegne e scalda pian piano i motori, il terzo gol arriva al 64’ con un bolide dalla distanza di Davide Petermann. Al triplice fischio del Sig. Carrione, il Foggia batte 3-1 la Fidelis Andria.