Lesina. Carabinieri arrestano foggiano ricercato da mesi 3. Doveva scontare 7 anni di reclusione per violenza sessuale.

184

Durante il pomeriggio di mercoledì i Carabinieri di Lesina hanno eseguito un’Ordinanza di esecuzione per la carcerazione emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia – Ufficio esecuzioni penali, nei confronti di un soggetto – irreperibile dalla fine del mese di ottobre 2022 – responsabile del reato di violenza sessuale, commesso nel mese di maggio 2014 in Lesina.

I fatti risalgono al 2014 allorquando, alcuni mesi dopo la commissione del fatto reato, il soggetto veniva denunciato dalla vittima, una giovane donna sanseverese.

Le indagini, svolte dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di San Severo, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Foggia, consentirono di raccogliere gravi elementi di colpevolezza a carico dell’uomo, il quale, in data 02 febbraio 2018, veniva condannato alla pena della reclusione di anni 7.

La sentenza, emessa dal Tribunale di Foggia e successivamente confermata dalla Corte d’Appello di Bari, diveniva definitiva il 13 ottobre 2022.

Il provvedimento di esecuzione della sentenza in parola, veniva inviato ai militari della Stazione Carabinieri di Lesina affinché ne curassero i relativi adempimenti ex lege ma il condannato faceva perdere le proprie tracce rendendosi irreperibile.

Le incessanti attività di ricerca, condotte dalla Stazione Carabinieri di Lesina e consistenti in attività di osservazione, controllo e pedinamento dei familiari del catturando consentivano di raccogliere notizie fondamentali ai fini della localizzazione del soggetto in parola. Lo stesso nel pomeriggio di ieri, all’esito di una perquisizione domiciliare, veniva sorpreso all’interno di un’abitazione di un proprio familiare e, quindi, arrestato.

A nulla è valso il tentativo di nascondersi sotto un letto per sfuggire al controllo dei militari. Al termine delle attività di rito veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Foggia ove dovrà espiare la pena comminata.