Lo studio medico solidale raddoppia: quattro giorni di apertura e nuova sede a Borgo Mezzanone

24

Promosso dall’Ente del Terzo Settore ONG Solidaunia, garantisce cure mediche gratuite

Quattro giorni di apertura nella sede di Foggia e un nuovo sportello sanitario a Borgo Mezzanone. Lo studio medico solidale “Conoscere e curare” raddoppia: il servizio di assistenza sanitaria gratuita ai cittadini meno abbienti e più vulnerabili, amplia la sua offerta oraria.

I GIORNI DI APERTURA. Promosso dall’Ente del Terzo Settore Solidaunia e assicurato dall’impegno di decine di medici e infermieri volontari, lo studio medico solidale sarà aperto in via Fiorello La Guardia 22 a Foggia il lunedì, mercoledì e ora anche il venerdì, dalle ore 16 alle 18. Da questa settimana, inoltre, partirà anche la sezione ginecologica rivolta alle donne: apertura il martedì, dalle ore 16 alle 18 (info 3407663401 e 3474487307).

I FARMACI. Inaugurato a fine aprile dello scorso anno, lo studio medico solidale è rivolto principalmente a indigenti, senza fissa dimora e migranti. La struttura è a disposizione per fornire servizi di medicina generale, consulenze specialistiche, farmacoterapia ed educazione sanitaria. Solidaunia è infatti diventata partner del Banco Farmaceutico per il recupero di farmaci validi a Foggia e dal 6 al 12 febbraio sarà presente in nove farmacie foggiane per la Settimana della Raccolta del Farmaco.

LA NUOVA SEDE. L’ultima novità riguarda l’apertura di un nuovo sportello medico a Borgo Mezzanone, che si aggiunge alla sede foggiana. Realizzato in collaborazione con CGIL e Auser e ospitato proprio nei locali della Camera del Lavoro, lo studio medico solidale di Borgo Mezzanone resterà aperto ogni venerdì dalle ore 16 alle 18.

IL PROGETTO. Lo studio medico solidale rientra nel progetto “Conoscere e curare”, finanziato nell’ambito dell’Avviso Pubblico “Puglia Capitale sociale 3.0” per i programmi locali a valere sui Fondi per il finanziamento di progetti e attività di interesse generale nel Terzo settore previsti dal D.Lgs. 117/2017. Si potenziano così le attività realizzate da Solidaunia che nel corso del 2023 ha tenuto corsi sulla sicurezza e sull’igiene alimentare e attività laboratoriali e di socializzazione per indigenti, senza fissa dimora e migranti.