Controlli e sanzioni ai venditori ambulanti di frutta e verdura

126

In data 4 febbraio u.s., a seguito di Tavolo Tecnico Interforze, tenutosi nei giorni scorsi nella locale Questura, si dava esecuzione ad un servizio straordinario di controllo, finalizzato al contrasto dell’abusivismo commerciale.

Tale servizio veniva espletato con l’intervento sinergico di Agenti della Polizia Amministrativa e Sociale, e dell’Ufficio Volanti, nonché personale del locale comando di Polizia Municipale.

Venivano pertanto sottoposti a controllo diversi commercianti dediti prevalentemente alla vendita di prodotti ortofrutticoli, dislocati tra la zona di Via Einaudi e quella periferica di Via Bari.

Durante tale servizio, a carico di un commerciante abusivo, venivano effettuati sequestri di diverse centinaia di kg di frutta ed elevate sanzioni amministrative per un ammontare di circa 5000,00 (cinquemila) euro.

La scorsa settimana gli stessi controlli sono stai effettuati a diversi venditori ambulanti in città, tra cui uno con il banco sito lungo viale Europa, al titolare veniva elevata violazione amministrativa con conseguente sequestro della merce per circa 120 Kg di ortaggi.

Un altro venditore con il banco vendita in Via Nannarone, veniva sanzionato amministrativamente perché non in regola con l’occupazione del suolo pubblico e invitato al ripristino dei luoghi.
Stessa sanzione veniva elevata nei confronti di un altro venditore in Piazza Aldo Moro.

Si rende noto, che nei prossimi giorni, tali servizi si ripeteranno con una cadenza periodica, al fine di arginare l’annoso fenomeno dell’abusivismo commerciale in questa provincia.

A seguito di intervento effettuato da Agenti della Polizia Amministrativa presso un circolo privato sito in Via D’Addedda, veniva riscontrato l’utilizzo di 4 apparecchi videogiochi c.d. Totem che consentivano l’accesso a piattaforma di gioco vietata dalla normativa vigente e quindi nella circostanza sottoposti a sequestro.

Su proposta della Polizia Amministrativa il 31 gennaio scorso, l’Ufficio Attività Economiche del Comune ha disposto la chiusura del predetto circolo privato per giorni 5.