Continuano i controlli straordinari al quartiere ferrovia

112

Nella giornata di ieri, Agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti, del Reparto Prevenzione Crimine, della Polizia Amministrativa, del Reparto Mobile di Bari, unitamente ai Militari dell’Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza  e del personale della Polizia Municipale hanno svolto un servizio di controllo preordinato, al Quartiere Ferrovia, in ottemperanza all’ordinanza del Questore di Foggia.

Le pattuglie coordinate dal Funzionario dell’Ufficio Volanti, venivano dislocate nei punti nevralgici per l’attuazione dei posti di controllo, altre pattuglie appiedate svolgevano controlli a persone e ad esercizi commerciali.

Nel corso del servizio venivano  effettuati controlli amministrativi a tre esercizi commerciali, due siti in Via Podgora ed uno sito in Via Piave.

Gli stranieri controllati risultavano quasi tutti in regola con il permesso di soggiorno, ma  per sei di queste persone si rendeva necessario l’accompagnamento presso gli Uffici della Questura per notifiche inerenti il rinnovo del permesso di soggiorno per richiesta asilo.

Un cittadino della Guinea, di anni 40 risultava destinatario di un decreto di espulsione con accompagnamento alla frontiera e contestuale ordine del Questore. Il predetto veniva deferito alla competente Autorità Giudiziaria per non aver ottemperato all’ordine del Questore a lasciare il territorio nazionale e veniva messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione, che provvedeva a

notificare al predetto,  un provvedimento di espulsione con accompagnamento alla frontiera.

Nel corso del servizio venivano controllate 147 persone, di cui 51 stranieri  e 25 pregiudicati, controllati 65 veicoli ed elevate 12 contravvenzioni in violazione al Codice della Strada.

Nel corso della serata, Agenti dell’Ufficio Volanti effettuavano un controllo presso l’abitazione di un arrestato domiciliare, in Zona Carmine Vecchio. All’atto della verifica, il predetto risultava assente, pertanto gli Agenti si attivavano per ricercare il foggiano trentaquattrenne, evaso dagli arresti domiciliari che veniva  individuato nella zona della Piazza del Carmine. Il fermato, dopo il controllo sulla persona,  riferiva di essere uscito per andare a comprare il latte al supermercato che poi consegnava alla madre abitante poco distante dalla sua abitazione.

Per quanto accertato il giovane veniva tratto in arresto per il reato di evasione e condotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.