Poker alla Turris ed ecco i playoff

356

FOGGIA-TURRIS 4-0

RETI: 44′ Bjarkason (FOG), 47′ Peralta (FOG), 55′ Ogunseye (FOG), 64′ Frigerio (FOG)

FOGGIA (3-5-2): Thiam; Rizzo, Kontek, Leo (86′ Rutjens); Bjarkason, Di Noia (66′ Capogna), Odjer, Frigerio, Garattoni; Peralta (81′ Schentti), Ogunseye (75′ Iacoponi). A disposizione: Raccichini, Di Pasquale, Schenetti, Petermann, Markic, Iacoponi, Capogna, Rutjens. All. Delio Rossi

TURRIS (3-5-2): Perina; Frascatore, Giannone, Haoudi (84′ D’Alessandro), Rizzo, Maniero (55′ Maldonado), Di Nunzio (55′ Boccia), Miceli, Zampa (46′ Acquadro), Franco, Schirò (46′ Ercolano). A disposizione: Antolini, Fasolino, Vitiello, Acquadro, Taugourdeau, Boccia, Ercolano, Primicile, Maldonado, D’Alessandro, Finardi, Longo. All. Gaetano Fontana

ARBITRO: Matteo Centi di Terni (Lipari-Barberis; IV: Gervasi)

AMMONITI: 36′ Odjer (FOG), 42′ Ogunseye (FOG)

ESPULSI:

RECUPERO: 3′ st;

PRIMO TEMPO. Il Foggia di mister Delio Rossi per l’ultimo atto della regular season ospita tra le mura amiche dello Stadio Zaccheria la Turris. La prima occasione utile capita al Foggia al 5′, quando Garattoni mette al centro una palla interessante: la difesa ospita, attenta, si rifugia in corner. Poco dopo, Perina smanaccia via un pericoloso colpo di testa di Leo. È il 7′ quando Di Noia con una gran palla serve Ogunseye, il 9 rossonero so coordina e segna ma è fuorigioco del bomber locale.

L’opportunità per il vantaggio capita su i piedi di Ogunseye al minuto 38, quando l’attaccante rossonero sfugge alla marcatura e si trova faccia a faccia con l’estremo difensore avversario, ma il suo tocco s’infrange sul palo. I rossoneri trovano il vantaggio al 44′ quando Bjarkason con una gran finta di corpo fa fuori un avversario e trafigge il portiere campano: 1-0. Finisce così la prima frazione.

SECONDO TEMPO. Partono subito forte i rossoneri nella seconda parte di partita, quando al 47′ Peralta prende palla dribbla la difesa avversaria e con il suo sinistro buca la porta: 2-0. Quando il cronometro segna 53 il direttore di gara nota un tocco di mano in area ed assegna a favore del Foggia un calcio di rigore. Dal dischetto va Ogunseye che prende la rincorsa e capitalizza: 3-0. Per i satanelli ormai è la festa del gol quando Di Noia crossa al centro dell’area e trova la testa di Marco Frigerio, rete del 4-0. Al triplice fischio il Foggia batte 4-0 alla Turris, raggiunge il quarto posto in classifica e ipoteca il passaggio al secondo turno playoff.