Ventenne denunciato per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale

131

Nella giornata del 19 dicembre u.s.,  Agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti della Questura di Foggia sono intervenuti in C.so Roma su segnalazione della locale Sala Operativa, in quanto un uomo stava scagliando calci e pugni contro i cassonetti della spazzatura. Sul posto un cittadino riferiva che l’uomo che aveva scalciato contro i cassonetti si era allontanato in direzione Viale Ofanto.

Il giovane veniva intercettato subito perché veniva visto colpire con le mani aperte i vetri di un’autovettura parcheggiata.

A quel punto i poliziotti scendevano dall’auto e invitavano l’uomo alla calma, ma questi inveiva contro di loro con insulti e minacce di morte.

Gli Agenti con non poca fatica riuscivano a bloccarlo, in quanto il predetto probabilmente in stato di alterazione alcoolica o da sostanze psicotrope, inveiva con violenza verso gli operatori.

Il giovane foggiano di 20 anni, dopo diversi minuti tornava alla calma, veniva identificato e reso edotto che sarà denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale.